COL TASTO SHARE A LATO CONDIVIDI SU QUALSIASI SOCIAL NETWORK A TUA SCELTA OVVERO COI TASTI ARTICOLO PER ARTICOLO, O COPIA INTEGRALMENTE GLI ARTICOLI, INCOLLALI ED INVIALI VIA MAIL. (INDIRIZZARIO SCARICABILE DALLA COLONNA DESTRA).
SAPERE E' POTERE. INFORMARE E FORMARE TUTTI E' VINCERE E TOGLIERE IL VERO FONDAMENTO DEL POTERE ILLEGALE: LA SEGRETEZZA.

CONDIVIDI LA RICOSTRUZIONE COMPLETA DEL TRUMAN SHOW CHE INCHIODA TUTTI MENO IL DESTINATARIO CHE L'HA SUBITO DAL BLOG WWW.CDD4.BLOGSPOT.IT

venerdì 2 dicembre 2016

NO FORTE E CONSAPEVOLE A DIFESA DELLA COSTITUZIONE PLURALISTA PER RICOSTRUIRE DAL GIORNO DOPO DEMOCRAZIA E LEGALITA’

“UN NO FORTE E CONSAPEVOLE A DIFESA DELLA COSTITUZIONE PLURALISTA PER RICOSTRUIRE DAL GIORNO DOPO DEMOCRAZIA E LEGALITA’’.
Paolo Ferraro CDD




[Versione con schede ed annotazioni consigliata https://youtu.be/G53WPcifDGo]

Già In diretta live a ciclo continuo dal 30 novembre sul canale CDD HANGOUT
http://www.youtube.com/c/CDDHANGOUT/live e su tutti i siti e blogs del CDD, diretta assicurata dal canale Salvo5.0 e da vedere sul sito di salvo Mandarà
www.salvo5puntozero.tv che ringrazio.

LA TERZA contro ogni eversione del nostro sistema costituzionale sta nascendo sul NO FORTE E CONSAPEVOLE che arginerà la revisione della forma di governo, che vorrebbe infine alterare definitivamente la matrice pluralista e democratica della COSTITUZIONE più bella del mondo.
L’esito previsto e voluto dopo venticinque anni di aggiramento, destrutturazione nei fatti e di percorsi visibilmente segnati da illegittimità costituzionali, imploderà grazie alla mobilitazione collettiva più importante degli ultimi decenni.
Masse attive per difendere la unica e vera legalità che appartiene ed interessa ai cittadini italiani titolari della COSTITUZIONE "più bella del mondo".
VENCEREMOS.
------------ §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§ ---------

IL 4 dicembre ANDIAMO A VOTARE SU UNA NUOVA COSTITUZIONE AFFATTO DIVERSA .. con 47 articoli nuovi .. mentre la Costituzione prevede “revisioni” parziali ..
Un Governo proponente si è quindi eretto a COSTITUENTE e questo è la più grave violazione dello stesso spirito costituzionale: UNA COSTITUENTE “POLITICA” PARTITICA e DI MINORANZA che ha posto poi sinanche il sigillo politico di parte, mettendo in correlazione il voto nel referendum con la sopravvivenza politica del Governo stesso (un lapsus ed una gaffe che svelano più di ogni altra considerazione)
Quindi un Governo con una “maggioranza” del 15 per cento di tutti gli elettori o 30 per cento degli elettori , artificialmente gonfiata da un premio ed una legge elettorale già dichiarati incostituzionali, violando i limiti indicati nella sentenza della Corte Costituzionale n.1 del 2004 ed aggirando i limiti intrinseci del principio di continuità dello Stato indicati dalla stessa Corte Costituzionale, ha posto in essere un tentativo di destrutturazione dell’assetto ed equilibrio costituzionale dell’Italia nella forma di governo
Ne risultano radicalmente modificati nella pratica pluralismo, assetto parlamentare, funzione legislativa, e basamento del principio delle autonomie locali, annullando il contrappeso tra organi costituzionali che verrebbero tutti allineati e controllati, mediante le nomine "maggioritarie" assicurate tramite la correlata legge elettorale ITALICUM, illegittima costituzionalmente e nata per la sola camera dei deputati e quindi già prevista come funzionale alla tentata revisione costituzionale, in prospettiva,
Un PERCORSO PARLAMENTARE fatto di salti, "canguri" strozzature e forme di Aventino ( opposizione uscita dall’aula) vorrebbe far nascere una Costituzione della discordia. che già ora ha diviso trasversalmente il paese, in maggioranza contrario.
Di fronte ad una revisione costruita su un colpo di mano e ad un referendum su 47 articoli ed oltre settemila parole nuove introdotte con pessima tecnica legislativa, ed alla violazione dello stesso meccanismo referendario perché impossibile VOTARE su un macro miscuglio inscindibile, anche il referendum è stato ridotto strutturalmente ad un plebiscito.

LA COSTITUZIONE NON E’ A DISPOSIZIONE DELLE MAGGIORANZE .. artificiali altresì.
LA COSTITUZIONE ITALIANA, FONDATA SUL PLURALISMO SUL PRINCIPIO COERENTE CON IL PLURALISMO DELLA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE DI TUTTI GLI INTERESSI DEL PAESE, SULLA DIVERSIFICAZIONE DEI CONTRAPPESI E DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI E LORO EQUILIBRIO, E SUL PARLAMENTARISMO VERREBBE RIBALTATA O RIDOTTA AL LUMICINO….. E LA FALSA CONTRAPPOSIZIONE TRA UN PRIMA “sotto la vecchia Costituzione “ ed un dopo con la nuova Costituzione è l’irridente GIOCO MANIPOLATIVO DI CHI SI APPRESTA POI A FARE ALTRI PASSI DOPO AVER AGGIRATO LA NATURA RIGIDA E CONSEGUENTE DELLA NOSTRA CARTA FONDAMENTALE, potendo contare secondo ipotesi sul CONTROLLO CONTEMPORANEO DI TUTTI GLI ORGANI COSTITUZIONALI E SU UN GOVERNO STABILE DECISIONISTA "MAGGIORITARIO".
VOTARE NO in tanti, tantissimi per salvare la Costituzione, il paese e la reale democrazia, è la unica possibile risposta e costituisce il fermo ormai divenuto irrinunciabile a questa deriva partita da molto lontano.
#iodifendoilno
#iovotono
#rompereilsilenziosumagistraturadeviata
#rompereilsilenziosupsichiatriadeviata
#rompereilsilenziosugolpestrisciante
Paolo Ferraro
CDD
Grandediscovery

giovedì 3 novembre 2016

BASTA UN NO E VOTARE. PER CHE VOTARE E PERCHE' VOTARE NO, UN NO FORTE E CONSAPEVOLE. PAOLO FERRARO. CDD.

BASTA UN NO E VOTARE.
PER CHE VOTARE E PERCHE' VOTARE NO, UN NO FORTE E CONSAPEVOLE.
PAOLO FERRARO. CDD.
,


VOTARE E VOTARE NO affinchè non si instauri un regime autocratico che resa debole la Costituzione attraverso il dominio instaurato sugli organi costituzionali, con il supporto efficace della legge elettorale ITALICUM incostituzionale a sua volta, cambierà poi definitivamente l'assetto democratico e pluralista del nostro paese.
VOTARE E VOTARE NO per arginare sul Piave la distruzione della nostra Costituzione, ultima tappa di un percorso eversivo durato 25 anni, che la ha accerchiata con trame eversive, per isolare poi e mettere all'angolo le altre forze eversive che lavorano sotterraneamente.
VOTARE E VOTARE NO per ricostruire democrazia ed una svolta e progetto economico sociale che dia una speranza all'Italia ed ai nostri figli.

Paolo Ferraro​ "Due o tre sono i nemici della TERZA VIA tra mondialismo e nazionalismo subalterno o nazi-komm. Il primo che abbiamo di fronte tutti verrà sconfitto per la prima volta con il NO, il primo e il secondo che opera sotterraneamente e con metodologie "indifferenti" a qualunque forma di potere e governo e militari e di infiltrazione sotterranea titolare di una strategia nazional militarista e neo NAZI-KOMM, unitamente al terzo, la componente parcellizzata delle vecchie micro casticelle politiche e che impersonifica un sovranismo nazional perdente e nazional subalterno, verranno sconfitti A PARTIRE DAL NO alla distruzione della Costituzione.
Occorrerà dopo il no UNA UNICA E GRANDE STRATEGIA DI INDIPENDENZA VERA NAZIONALE E DI RICOSTRUZIONE DI UN NUOVO SISTEMA ECONOMICO SOCIALE, prendendo atto della crisi strutturale, della crisi capitalistica nell'ancient occidente e del ruolo cui è destinata l'Italia. SOLO UNA LUCIDA POLITICA E SOLO UN NO FORTE CONSAPEVOLE E STORICO POTRA' VINCERE NEL LUNGO PERIODO.
Gli inutili idioti del "che voto a fare", le inutili cassandre del tanto peggio tanto meglio, gli scherani pagati della disinformazione anche nella versione complottistoide e nichilista, vanno "schiacciati" con la logica, la consapevolezza e con la denuncia del loro trolleggiare per conto o "nell'interesse di terzi" .
Continuare a LOTTARE PER UNA VERA ALTERNATIVA e passare alla vera democratica e legale guerra alle casematte del potere deviato (secondo) saltando più pari il nazionalismo imberbe e piccolo borghese massonico "neogiuridico" (terzo), sarà la vittoria storica di quel NO FORTE E CONSAPEVOLE che avrà cominciato a vincere già nel REFERENDUM: una lunga marcia si vede dal passo dalla forza e dalla determinazione. Essa va crescendo ora dopo ora giorno dopo giorno. Paolo Ferraro



domenica 30 ottobre 2016

L'INQUINAMENTO DELLA POLITICA E DELLA SOCIETA' ANCHE CON METODOLOGIE CERTAMENTE MILITARI E' ORMAI UN DATO REALE E CONCRETO. TUTTO QUESTO HA PRECISE CONSEGUENZE POLITICHE, DI METODO E DI MERITO, ANCHE SE MOLTI NICCHIANO

L'INQUINAMENTO DELLA POLITICA E DELLA SOCIETA' ANCHE CON METODOLOGIE CERTAMENTE MILITARI E' ORMAI UN DATO REALE E CONCRETO. TUTTO QUESTO HA PRECISE CONSEGUENZE POLITICHE, DI METODO E DI MERITO, ANCHE SE MOLTI NICCHIANO.  
Quando una esagerata iniziativa ed il bloccare un video in tutti i paesi, aiutano ad aprire le meningi ....



VIDEO BLOCCATO IN TUTTI PAESI








IL CLIP VIDEO RECUPERATO ed il motivo di fondo per cui il video  appresso, creato nel 2012,  fu "bloccato in tutti i paesi"


1. UN PERCHE' PIU' PROFONDO. IERI. TROPPA VIOLENZA TROPPO SILENZIO. 
Per lungo tempo ci siamo interrogati sul perché più profondo della esagerata violenza distruttiva esercitata su Paolo Ferraro,  in particolare tra il 2012 ed il 2013, e infine sulla gravità di "immissioni" in segnalati "ambienti civili" non rese ancora pubblicamente note ma munite di prova diretta, con metodiche inquietanti e di assonanza "anche" militare, del maggio 2015 e maggio 2016 ("grandediscovery3 per ora inedita ma "poggiata" in luoghi e presso  persone opportune, in "attesa" ..).




Maggio 2016 micro stralcio




Maggio 2016 micro stralcio
E non riuscivamo a darcela una risposta  totalmente esaustiva, nonostante la evocazione di scenari già fatta nel MEMORIALE del 2011, in particolare  nella sintesi finale a chiusura.  
Incursioni ultime troppo simili alle "incursioni" nella Cecchignola (2008) da noi scoperte e registrate per intuito investigativo, e incursioni ultime rispettivamente conseguenti temporalmente alla grandediscovery2 sul mondo della chimica e trattamenti sperimentalinel tessuto laziale (primavera 2015), e alla gestione pubblica della fase cautelare del ricorso in consiglio di stato (primavera 2016), che "appesantivano il quadro" oltre misura.
La ultima recente vicenda giudiziario amministrativa in fase "cautelare", propalata a tutte le possibili sedi istituzionali e gestita con grinta, svelava dal canto suo per la ennesima volta un accanimento incongruo e sguaiato, una manipolazione “scritta” extra ordinem addirittura inspiegabile, di documenti e realtà processuali negate sinanche nella consistenza fisica dell'atto fondamentale depositato, e con una frase ellittica o con una assurda argomentazione manipolativa nella memoria dell'avvocatura dello Stato, contraddetta dai  dati obiettivi.  
Tanto evidente era  la cruda e palese fuoriuscita dallo Stato di diritto, che il tutto è apparso troppo smaccato per non doversene dare una spiegazione più profonda. 
Così come poi inspiegabile era la patente forzatura criminale della istanza di amministrazione di sostegno che era stata depositata e "vergata" come tutti hanno visto, nel dicembre 2012, quando Paolo Ferraro era ancora un magistrato in ruolo, e assommando una sequela di falsificazioni e formulazioni astratte e dir poco ripugnanti alla logica ed alla ragione puntualmente smentita addirittura dalla stessa documencazione richiamata. 
Nessun magistrato sano di mente avrebbe mai scritto quelle cose palesemente artificiali e contraddette de plano, riflettevo, e doveva esserci una spinta talmente potente dall'alto da dover essere irresistibile (Alberto Caperna non c'era più, morto di infarto per cause naturali da accertare, da c.a. un mese, e Pietro Saviotti da quasi undici mesi). 
In piu' il carattere assordante del silenzio sul caso accomunava personaggi vicini intellettualmente, tutta la magistratura e tutto il mondo politico istituzionale, ivi compreso soprattutto il movimento cinque stelle: troppo anche per un  silenzio "massonico" e ben oltre condiviso e troppa paura negli occhi di personaggi che ben conoscevano addirittura a fondo Paolo Ferraro e non potevano non sapere.
Non alludo ma denuncio pubblicamente il grave e colpevole silenzio tra gli altri di Ferdinando Imposimato , che mi conosceva sin dal 1984 per aver io lavorato per un mese con lui, e partecipato come giovane magistrato addirittura alla ricostruzione con esperimento giudiziale, seduto accanto a Morucci ed alla Faranda, del primo tragitto del rapimento Moro sin da via Gradoli, fatta nell'ambito del processo MORO TER.
Imposimato nel marzo 2011 fu informato di tutto ciò che accadeva a me al millesimo, ed esibitosi in un consiglio addirittura risibile e inutile ( "annnotati tutto quello che fanno"), se la diede a gambe ed ha da allora propalato tesi sempre piu' complottistoidi generaliste (“è stato il bilderberg"),  ancorando la sua descrizione ed il suo meno superficiale approfondimento  alla fine degli anni settanta ma, chicca  delle chicche, fornendo una non spiegazione sconvolgente ottusa, per il suo appiattimento ad una vulgata magistratuale, sull'omicidio di Giovanni: FALCONE era (n.d.r. solo) "malvisto perchè voleva la separazione delle carriere " ......


Cosa significhi nascondere col silenzio venticinque anni di "nuove" trame e strategie coperte e tradire una persona e magistrato per bene  non lo dico, non serve. 
Per non parlare di De Magistris,  che più volte interloquito al cellulare nel 2012 si è sempre trincerato in un pavido silenzio addirittura quasi impaurito visibilmente, non “seccato”,  della mia occasionale presenza ad una manifestazione romana che “lanciava” il partito “arancione“: ovviamente era uno spettacolino costruito al millesimo e non fecero parlare chi scrive. Mi accompagnava un amico noto nel web.
Non posso tediare ancora chi legge, sul silenzio preoccupato ma ben più più rispettoso e consapevole di Nino Di Matteo, sul Procuratore Generale di Palermo,   sulla chiusura del neo Procuratore di Torino succeduto Giancarlo Caselli con cui mi misi in contatto nel 2015 (lo stesso che avevo “avvertito” di quello che emergeva a prima vista, nell'aprile 2011) e sulle moltissime altre interlocuzioni negli anni 2011 e 2012 che svelavano un silenzio consapevolmente preoccupato ma confermavano anche esplicitamente una paura irrefrenabile (rigorosamente espressa a quattro occhi dai "romani" traumatizzati dalla epidemia di infarti del 2012) su ciò che accadeva anche "intorno" al mio CASO ed alla GRANDEDISCOVERY. 
Allora solo uno, un vero magistrato, Giancarlo Caselli (nel 2012 si badi) studiò preoccupato e valutò, e mi scrisse accorato alcune cose ... concludendo  “ Paolo, non posso fare nulla”. Si è però poi dimesso da Magistratura Democratica che faceva scrivere sulla rivista soggetti appartenenti in passato all'eversione di sinistra (finta) e nel 2015 dalla magistratura.
§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§
Sempre nel 2012 ricorderete, già era uscito un articolo a dir poco centrale, ma di poche righe sul blog “VITTIME della P2”, poi eliminato dalla rete con una perdita secca di dati preziosi, redatto da un giornalista in clandestinità e perseguitato da quando aveva lui capito e scoperto,  anzi ricevuto pressioni/informazioni certe da parte di emissari in quel dell'Austria, che  svelavano la esistenza di un apparato pericolosissimo di livello internazionale e di matrice coperta militar nazista, vero e proprio braccio armato e centrale eversiva  forte, ad altissimi livelli attrezzata. 
Feci appena  in tempo allora nel novembre 2'12 a scattare uno screen shot dell'articolo 
Su quello che è accaduto a Melania Rea, dopo il tappo messo dalla condanna definitiva del “marito” sotto ufficiale  Parolisi, e sui piani profondi indicati, nulla di più concreto, ad oggi ..e vi è copiosa documentazione di riferimento.

Nel frattempo per cinque anni  abbiamo ricostruito l'intero CASO PAOLO FERRARO nei minimi dettagli,  portando ad analisi generale (GRANDEDISCOVERY) quanto emergeva,   e regalando l'intero lavoro organizzato su due blogs webnode,  munito di prove dirette documenti video audio unici.



I BLOGS "OFF LINE"  PAOLOFERRAROCDD.EU e GRANDEDISCOVERY [+ grandediscovery su altervista.org] SCARICABILI IN LOCALE SU PC, LI TROVI IN REGALO, FORMATO FILE ZIP ed anche permanentemente aggiornati, QUI 
https://drive.google.com/…/fol…/0B4_ZMKes3GNlY2NCWGk3d3NteVU e IN FB  https://www.facebook.com/groups/CDDDUE/files/ .

ISTRUZIONI : scaricare e scompattare su pc il/i file .zip, cliccare poi sul file index.html nella directory principale creata sul pc.
                                    §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

2. OGGI. IL SILENZIO ROTTO DALLA EVOLUZIONE DEI FATTI, AL POSTO DELL'OBLIO SPERATO. 
Nell'ottobre 2016 la grandediscovery 1, 2 e "3" e' gia' a compimento, mentre stiamo arginando in tanti l'assalto alla Costituzione italiana, ormai su un fronte amplio e consapevole,   ed il complottistoidismo è gia' morto e seppellito, ridotto a un circuito più isolato e non credibile che mai, e non ve ne eravate accorti. 
Ma pochi ricordano o citano la banale constatazione che dalla prima ed unica conferenza stampa nostra del 2011  venivano scritte spiegate e diffuse analisi complete presaghe (con prove e dati indizianti gravissimi), e che tutto si e' avverato sino ad oggi dal 2011. E la conferenza del 2012 a Resana ha immesso "a voce" nel circuito informativo del web, un primo quadro semplificato e lievemente ingenuo ma abbastanza completo.

  
Ma  proprio oggi alcune "testimonianze"  svuotate di concreti contenuti messe insieme al clip   bloccato "in tutto il mondo"  prendono  una forma,  sostanza e peso specifico nuovi. 
Il motivo di fondo per cui il video in epigrafe ed appresso, creato nel 2012,  fu "bloccato in tutti i paesi",  tanto  da cancellarlo ovunque e soprattutto in youtube, invece era percepibile con poco sforzo, dietro a questioni di copyright ed altre.
Nel video la vicenda O'Brein  mito nel mondo complottistoide double face,  prendeva   una nuova forma non prevista in quanto veniva collegata ad una prima denuncia affatto diversa di un magistrato sotto attacco per aver capito troppo di persona e poi collegata a servizi televisivi "coraggiosi": la  nostra "lineare denuncia"  pubblica ed ancorata a concrete realtà militari, munita già di prove dall'aprile 2012, emergeva poi separatamente nella rete  tramite  una intervista "sfuggita di manonel dicembre 2011 ad  un personaggio "intervistatore" a me allora ignoto (tantopiù  nei suoi pregressi poi  appresi, personaggio che nulla poteva avere a che fare con me).


(La diffusione di notizie in modalità "generalista", relegata ad un ambito gia' incapsulato,  era ed è invece strutturata come mera narrazione "attuale" svincolata dalla  allusione anche solo ad apparati concreti militari protagonisti organizzati di attivita' segrete e soprattutto  svincolata dalla  concreta  dimensione strategica, oppure si presenta come riportata  al solo passato, con  documenti e vecchie banche dati e certo certo resta  totalmente priva delle prove DIRETTE che invece caratterizzano la grandediscovery1, e la grandediscovery2, ( e con la grandediscovery3 se ne vedranno delle belle, salvo soluzioni  insperate ma cercate ). 

Il mondo cinematografico e televisivo a sua volta si è attenuto ad un protocollo simile, con qualche significativa e, in un caso, involontaria eccezione. Di seguito uno stralcio di una trasmissione su canale 5 che avrebbe potuto per riflesso ovvio relegare nell'alveo del cinematografico fantastico il tutto, ma che nelle concrete condizioni da me scientemente create di parallela diffusione di analisi e dati reali, volti anche a svincolarmi dall'abbraccio complottistoide  "più peloso", ha contribuito a porre un piccolo tassello involontariamente, ed   un opposto risultato "utile").  




Cinque anni di analisi dati e prove dirette analizzate,  con un lavoro indefesso [www.grandediscovery.webnode.it    www.paoloferrarocdd.eu ] che è 
culminato e concluso per la grandediscovery1 con il video 



si sono succeduti,  e cinque anni fà noi stessi, anche e proprio vedendo il video più sopra,  non potevamo capire a sufficienza se e quanto si fosse ben più avanti delle sperimentazioni, nel controllo della politica e della società tramite uomini e donne infiltrati e manipolati. 
OGGI E' INFINE EVIDENTE CHE IL LIVELLO TOCCATO E POI SCOPERCHIATO DA PAOLO FERRARO SUPERAVA LA CORDATELLA MOBBIZZANTE DELLA PROCURA ROMANA DEVIATA, MA  ATTINGEVA,  PER ESSER STATO IMMESSO IN UN TERMINALE SENSIBILE LA VITTIMA DESTINATA, UNA REALTA' POLITICO MILITARE IMPENSABILE PRIMA, UN PIANO "INTOCCABILE" E VARI SEGRETI DI ALTO LIVELLO SOPRATTUTTO STORICO E POLITICO. 
Ecco la probabile altra e più profonda ragione della eccessiva violenza distruttiva inscenata e messa in campo,   cui abbiamo saputo resistere (in precedenza abbiamo già messo in evidenza che la memoria esposto del 3 novembre con rivelazioni sullo "studio" "femminile" tra il VATICANO e piazzale Clodio -di gestione militare- di cui avevamo avuto nell'agosto 2012 analitico dettaglio dalla organizzatrice per conto generale marito di stampo e appartenenze anche esoteriche, e le indicazioni che si riconnettevano a un frammento correlabile  a via Poma  avevano creato comunque per cont loro una certa "grande tensione"). 


E la componente deviata egemone nella Procura romana , che aveva fatto anche per conto terzi il gioco mobbizzante della infiltrazione della vita di Paolo Ferraro, doveva porre rimedio all'errore di aver pensato di incastrare Paolo Ferraro anche in uno scontro ipotetico diretto con quei livelli di potere, avendo  indirettamente fatto porre allo scoperto tutto quello che è poi stato oggetto di analisi compiuta e prove, ma soprattutto un grande segreto militar internazionale atlantico e dell'occidente  senescente ( un segreto di pulcinella  a suo modo, a ben vedere, ma una volta scoperchiato e dettagliato negli   aspetti principali, la analitica e prolungata rivelazione,  se non eliminata o destituita di qualsiasi  credibilità distruggendo il soggetto portatore, indeboliva le strategie interne e poteva creare reazioni istituzionali non agevolmente controllabili). 
E così si spiegano meglio a livello di quadro,  i dubbi corposi sulle morti nel 2012, da infarto per cause naturali da accertare, degli AGGIUNTI della PROCURA DI ROMA, Pietro Saviotti, da sempre esperto nazionale di eversione e dei reati contro la personalità dello Stato ( a cui avevo detto e rivelato tante cose generali) , e di Alberto Caperna, entrambi amici di Paolo Ferraro, e accomunati a lui dal non accettare quello che gli veniva fatto ma soprattutto dall'aver capito quel troppo di più che non poteva essere lasciato in giro ed in mano ad una magistratura coerentemente aderente alla legalità repubblicana e costituzionale.
"HANNO REALMENTE INVASO LA SOCIETA' [n.d.r.E LA POLITICA] DI PUPAZZI" con cinquanta anni di lavoro sotterraneo. Le relative strategie dovevano ad ogni costo rimanere segrete .. ma sono concreti apparati militari e concrete aree di potere che hanno arruolato anche (alcuni e non tutti) magistrati, medici, psichiatri e altro. 
Mancano ancora pochi riscontri "quantitativi" forniti del carattere di prova. 
ORA INVECE SAPETE QUANTO BASTA E LO SAPETE TUTTI non dalle mere parole di una icona "eroina del complottismo", la Catie gestita quasi immaginificamente e per non dare concretezza alle informazioni relegate al discorso "sulle caste irraggiungibili",  o dalle mere parole del dicembre 2011 e poi replicate ad inizio 2012,  pronunciate da un magistrato un pò troppo puro e coraggioso che si affacciava appena, inizialmente, a nuove acquisizioni, o da scritti e documenti di controvertibile credibilità provenienza o difficile intelleggibiità che "narrano" di progetti e di sperimentazioni,  ma da LE PROVE DIRETTE E REGISTRAZIONI DELLA GRANDEDISCOVERY1 GRANDEDISCOVERY2 che si sono succedute dall'Aprile 2012. 
E la "attenta osservazione" che ora potete mettere in atto consapevolmente  di cosa accade nel mondo della società e della politica ed intorno a voi o da voi partecipato, e persino sulla rete, se avrete "studiato" "ascoltato" e "valutato"  con attenzione, sarà preziosa e costituirà tanti  passi in avanti.   




3. IL SILENZIO DI OGGI, COMPROMESSO E CONNIVENTE O COMPLICE.

Impedite in tutti i modi ai direttòri che coprono, ai politici della alternativa superficiale anti sub casta politica (e basta ...) che nascondono, di celare con un silenzio, ormai compromesso e almeno connivente.
Varchi di comprensione intelligente si vanno aprendo nel mondo delle istituzioni e delle sacche di legalità, in specie giudiziarie. 
Ma vi è di più, in un blog denominato romafaschifo, all'interno di un dibattito su un articolo che tratta di  una struttura ospedaliera particolare dismessa ed occupata, e ad opera di una persona palesemente informata al millesimo e quindi investigativamente operativa che è voluta rimanere anonima, abbiamo ritrovato casualmente, mediante ricerca google per nome e cognome miei,  qualcosa. 
Un commento di grande significanza,  non per la accorata denuncia del caso FERRARO o per  la rabbia ed il disgusto, non per le frasi di sdegno sulla gestione ed occupazione della struttura, nè solo  per la  indicazione di indagini in corso e di generici scenari che esse aprono, ma per la indicazione di un ulteriore filo scoperto che collega aree politiche  "di fede democratica"  alla organizzazione e struttura deviata oggetto della nostra specifica iniziale denuncia.  


Più volte abbiamo anticipato che il nucleo militar deviato e /a psico setta a mera copertura anche "satanista" della Cecchignola "parlava" negli incontri a tutt'altra "colorazione", di movimento cinque stelle nel 2008, non sufficientemente pressato e  non piegato Grillo e definito per questo ..."uno stronzo".
Stesso epiteto destinato nel settembre 2010, me testimone, dall'esoterico pm deviato Stefano Pesci all'assente Pietro Saviotti, dinanzi ad un consenziente Agnello Rossi.   Più volte abbiamo integralmente descritto non solo che si trattava di una psico setta struttura più che ragionevolmente collegata a servizi militari, e dopo aver riportato pari pari sue affermazioni dell'autunno 2008 abbiamo indicato il ruolo  già tratteggiato nel prologo del MEMORIALE del 6 marzo 2011, della Sabrina che aveva "viaggiato" tra Rifondazione comunista, i trozskisti e infine IDV, ante litteram   militante simpatizzante  del VF day ... così come suoi amici ...militari e non .. "rivoluzionaroidi" .. 
Saremmo in grado di puntualizzare nome per nome circostanza per circostanza, frase per frase, dato per dato, ma ora per la prima volta la ironica ferocia antiistituzionale della ironia del gruppo e il riferimento a GRillo ve lo facciamo puntualmente ascoltare. 
Già tutto era a potenziale disposizione,  ma estrarre e far ascoltare attentamente è ormai divenuto necessario per farvi una idea "a tutto tondo". 



4. VI E' UNA SOLA STRADA PER FERMARE TUTTO QUESTO 


VI E' UNA SOLA STRADA PER CONTRASTARE TUTTO QUESTO: AFFRONTARLO IN CONCRETO attività per attività. struttura per struttura , uomo per uomo .. e NON NASCONDERLO, anche solo dietro una informazione che fa volontariamente o involontariamente da cortina fumogena rispetto ai reali poteri in gioco, anche da noi in questo momento. 
E CHIAMARLO COME SI CHIAMA: un apparato sovraordinato con strutture militari e metodiche varie e metodologie avanzate, infiltrato nelle istituzioni, nella magistratura, nella medicina e psichiatria, nella societa', nella politica e nella criminalita' organizzata,  bel altro ed oltre che " i politici": un apparato   la cui matrice militare internazionale e nazistoide e copertura nazi-komm non è più possibile nascondere.
E RIADEGUARE MODELLI OBIETTIVI E TERRENI DEL FAR POLITICA SECONDA UNA NUOVA E PRECISA SCALA DI PRIORITA'. 
Se qualcuno non lo avesse ancora capito, questo apparato si muove in maniera proteiforme, funzionale alla azione complessa di quelli che una volta chiamavate "poteri forti". E' anti mondialista di facciata, per poter distruggere l'Europa schiava del mondialismo di matrice oligarchico finanziaria, ma costituisce  un braccio militare della forza e  potere mondialista, ed e' antimondialista antieuropeista di sostanza perseguendo un progetto nazional eversivo la cui matrice estrema è certamente nazista come formazione cultura ed identità storica. MA le vie nazionali e questo apparato sono sotto controllo delle agenzie internazionali, non sufficiente e stretto, ed in interconnessione continua con esse. 
Chiusa la via mondialista pura,  soggiogata ma non interamente la EUROPA che contribuiva sino alla fine degli anni ottanta ad un equilibrio pentapolare, i poteri forti tengono in caldo  le vie nazionali che sono una necessità della crisi, per poi riporle, a missione storica compiuta. Il destino di questa Europa ridotta a kapò sembra esser segnato ... 

L'area profonda da noi delimitata persegue gli stessi obiettivi di salvaguardia della nazione Italia  nell'additare la circostanza obiettiva della trasformazione della Europa dei diritti, delle culture comuni, delle garanzie e delle tutele, nella Europa delle banche e della alta finanza internazionale  che porta alla autodistruzione gli Stati,  a partire dal debole mediterraneo.
Si dimenticano di dirvi che prima di tutto era stato necessario occupare e annullare l'EUROPA autonoma dalla finanza internazionale  e che anche l'EUROPA ha subito una scalata ed infiltrazione gestita. Semplificano ovviamente lo schema, e attribuiscono ad una sola idea fondatrice  originaria quello che è stato invece costruito essenzialmente per uccidere la autonomia sana della Europa (che poi l'idea preesistesse ma convivesse con l'altra è almeno una evidenza oggettiva).
E intorno agli attentati a Bruxelles si è persino inscenata la "allegoria inconsistente" della simulazione assoluta, da parte di coloro che nel mondo "complottistoide" sono arrivati addirittura a negare la esistenza vera di morti feriti e rovine,  riducendo il tutto ad una mera totale simulazione del sistema informativo, ma a obiettiva  copertura delle false flag reali e profonde e questo è un fatto certo. Coloro che potessero volere da dietro le quinte un attacco terrorististico al cuore dell'EUROPA sono più di uno, ma chi poteva più di tutti volere la copertura del tutto usando una area Tavistockiana e formata da tempo  da cattivi maestri, se non chi la ha progettata ed inizialmente strutturata?! Si potrà dire che la cattiva scuola costruita a tavolino ha generato discepoli imbecilli di per sè, ma il risultato non cambia e la ipotesi può  soddisfare o meno. 
DI qui le mie ripetute invocazioni contro le TEORIE INGENUE e la invocazione di una TERZA VIA integralmente democratica che vedendo abbandonare l'EURO, rifondi e salvi  una EUROPA naturale contraltare delle mire assolutiste dell'imperialismo che si diceva una volta "americano". Oggi non è neanche più possibile accomunare quei trecentocinquanta milioni di uomini donne e bambini: è in corso uno scontro tra due visioni e strategie. Una sola è la via che porta alla guerra ed al mondialismo violento che ripristini una egemonia impossibile, l'altra è la via dell'equilibrio multipolare. Noi possiamo solo indicare che siamo più favorevoli a quest'ultima, ma il carrozzone Italia se non si fa forza e non esce dalle due estremità della tenaglia farà comunque la fine della noce.
Da questo strada anche dipendono le sorti della democrazia della società e della nostra vita .. il gioco stesso della democrazia , ormai simulato e finto per grande parte, è in definitivo grande pericolo e ora lo sapete tutti, anche sui piani più reconditi e che dovevano rimanere nascosti. 
Ci si ostina a negare la realtà ma il nascondere ha fallito il suo compito già. 
E noi ce ne attribuiamo un merito, pur pagato a caro prezzo. 

Paolo Ferraro 

    

LA GRANDEDISCOVERY 1
LA GRANDEDISCOVERY 2
LA GRANDEDISCOVERY TRE ?! 
Un gruppo operativo psico setta a basamento militare e civile misto in grado di intervenire con metodiche e tecniche sinanche nelle case civili ignare .. e lo fa .. da molto tempo .. ma si fa anche beccare in flagranza .. potenza dell'intelletto e della banale tecnologia audio video .. uniti.



§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


I